Lega: Salvini, con Fi accordo su Ue, immigrazione e tasse

‘Berlusconi ha chiuso con inciuci sulle riforme. No a contenitore unico’

Una combo con Matteo Salvini e Silvio Berlusconi © ANSA

“Con Berlusconi le basi per discutere ci sono, ma nessuna fusione, il nostro simbolo non si tocca. Gli altri sono bene accolti. Vedremo quali saranno i compagni di viaggio. Qualche soluzione grafica alla fine si trova”.
Intervistato da Repubblica, Qn e Giornale, il leader della Lega Matteo Salvini si dice “molto soddisfatto” della cena ad Arcore con Silvio Berlusconi.
Con il leader di Forza Italia “c’è l’accordo su come affrontare Europa, immigrazione, tasse, lavoro”. Berlusconi ha assicurato “che l’inciucio sulle riforme è finito. L’azione di questo governo è un disastro. L’esecutivo è alla canna del gas, cadrà sui dati economici deludenti e sulla folle gestione dell’ immigrazione. Un’alleanza però non si fa solo sull’essere anti, ma per cambiare le cose”, afferma Salvini.
“Berlusconi è d’accordo, a cominciare dalla rimessa in discussione di tutti i trattati europei. È pronto a discutere su come cambiare una moneta che così com’è è sbagliata. Come la direttiva Bolkestein che massacra il commercio, i trattati di Dublino, quello di Maastricht”, prosegue Salvini. Quanto alla flat tax, “Berlusconi dice di fissarla al 20% noi al 15. Ma sono dettagli”.
Adesso “i nostri esperti limeranno numeri, dettagli, poi ci rivedremo per entrare nel merito di ogni punto”, spiega il leader del Carroccio. Sull’ipotesi di un contenitore unico dei moderati, “la lega non si scioglierà mai”, assicura. La base leghista “è d’accordo su una cosa: patti chiari amicizia lunga.
Il problema del passato era che la Lega andava al traino di Forza Italia. Ora le proporzioni sono cambiate”. Quanto al leader, “lo decideranno i cittadini”.

Fonte: ANSA

Lascia un commento