Italia-Francia, Renzi incontra Hollande all’ Expo: “Migranti, no ad isterie”

Expo 2015, Hollande e Renzi © ANSA

Il presidente del Consiglio è tornato oggi a Expo per incontrare il presidente francese, Francois Hollande, in occasione della giornata nazionale che l’Esposizione dedica alla Francia. Renzi è giunto al sito alle 11 e per lui è stato subito bagno di folla: strette di mano e “selfie” con i visitatori, in attesa che arrivasse la delegazione francese.

Nell’attesa dell’arrivo di Hollande, Renzi si è fermato a parlare, fra gli altri, con il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina, il Commissario unico Giuseppe Sala. Renzi ha quindi accolto il presidente Hollande con un abbraccio.

“Merci beaucoup puor votre travaille”: é questo il messaggio che il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha lasciato sul libro d’onore del Padiglione francese a Expo che oggi ha visitato insieme al presidente della Repubblica francese Francois Hollande. Durante il tour a Renzi e Hollande è stato anche fatto provare un assaggio di prodotti francesi a partire dal formaggio.

Dopo l’apertura ufficiale della Giornata nazionale della Francia ad Expo con i due inni nazionali, il presidente della Repubblica francese Francois Hollande e il premier italiano Matteo Renzi si sono diretti a piedi lungo il decumano, la strada su cui sorgono i padiglioni dei Paesi stranieri all’Esposizione. Qualche applauso e tanti tentativi di fotografarli da parte della gente presente che vede l’imponente delegazione che si sta dirigendo verso il padiglione francese. Durante il percorso Renzi ha parlato e scherzate con Hollande, e gli ha presentato il ministro dell’Agricoltura, Maurizio Martina che ha la delega all’Expo. “Bravo Matteo”, “Viva i viola” e “Matteo, ritira il ddl” sono alcune delle frasi che alcuni visitatori hanno gridato al suo indirizzo. Sempre accanto al presidente Hollande, Renzi entrando nel padiglione francese si è fermato a salutare la gente che voleva fargli una foto e ha dato la mano anche agli uomini delle forze dell’ordine che facevano da cordone

Incontro bilaterale fra il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il presidente della Repubblica francese Francois Hollande. Fra i temi all’ordine del giorno, in particolare, quello dei migranti, come aveva già annunciato il premier Renzi. Italia-Francia, no a isterie, no a egoismi. “No a isterie, no a egoismi”, ma “solidarietà e responsabilità“: questo il messaggio che il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha sottolineato nella conferenza stampa congiunta a Expo con il presidente, Francois Hollande. “Questo non è un problema solo italiano o francese” ha aggiunto. Il “Consiglio europeo potrà dare una mano per risolvere il problema dell’immigrazione. Non è un problema italiano o francese, ma un problema europeo”

“L’Europa è un modo di vivere, e questo modo comprende una visione del mondo, un messaggio universale, ma anche una serie di regole”, ha detto il presidente francese, Francois Hollande, nella conferenza stampa a Expo dopo il bilaterale con il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. “Le relazioni tra Italia e Francia sono eccellenti”, ha detto ancora Hollande

Quello dell’immigrazione “è un problema che riguarda tutta l’Europa” ma è vero anche che “noi – e quando dico noi mi riferisco all’Europa – abbiamo il dovere di aiutare l’Italia ad accogliere queste persone. In nome dei valori europei”, ha affermato ancora il presidente Francois Hollande.

Fonte: ANSA

Lascia un commento