A Cervinia scatta la stagione dello sci estivo

Impianti aperti dal 27 giugno, skipass a 44 euro

Scatta sabato 27 giugno la stagione dello sci estivo a Cervinia. Gli impianti che collegano la località valdostana al ghiacciaio resteranno aperti fino al 6 settembre. Sono pronte le piste di Plateau Rosà, a 3.500 metri di quota, al confine con la Svizzera. Lo ski pass internazionale giornaliero costerà 44 euro (22 euro per gli under 16). Sono inoltre previste molte iniziative collaterali per celebrare i 150 anni dalla conquista del Cervino.

Fonte: ANSA

Una Ferrari tenta il record di velocità a casa di Dracula

Presentato a Roma il progetto Transfagarasan Speed World Record

Una Ferrari tenta il record di velocità a casa di Dracula © Ansa

OMA – Un record di velocità da siglare sfrecciando a 2000 metri di quota sulla Transfagarasan, al volante di una Ferrari 458 Italia. È questo l’ambizioso obiettivo di Fabio Barone, presidente del Club Ferrari Passione Rossa, che ieri sera ha presentato il progetto ‘Transfagarasan Speed World Record’ al Circolo del Ministero degli Esteri di Roma. Si tratta di una delle strade più spettacolari al mondo, attraversa la catena dei Carpazi e lambisce la celebre fortezza del Conte Dracula. Normalmente è aperta solo per due mesi all’anno, a causa delle condizioni climatiche, ma per un giorno si trasformerà in una pista per stabilire un record di velocità.

Il prossimo lunedì 3 agosto la 458 Italia di Barone cercherà di percorrere nel minor tempo possibile un tratto chiuso al traffico, alla presenza di cronometristi ufficiali della Tag Heuer. “La preparazione è iniziata un anno fa: abbiamo avuto il nulla osta dall’Ambasciata Romena e il patrocinio dell’Ente Nazionale del Turismo della Romania – ha spiegato Barone – per poter siglare un record del mondo è fondamentale che il tentativo sia ripetibile, per questo è stato necessario organizzare la chiusura della strada”. Grande soddisfazione è stata espressa anche dalle istituzioni romene “Ritengo che il progetto sia un evento unico nel suo genere per la Romania – ha dichiarato Ioana Podosu, direttrice dell’Ente del Turismo Romania – con lo scopo di far combaciare la passione per l’automobilismo e la velocità con il turismo di avventura in una zona splendida dal punto naturalistico in grado di offrire sensazioni forti”. Durante la presentazione, infine, è stata svelata la speciale livrea disegnata per la Ferrari 458 Italia scelta per il record e preparata da Leone Motors di Roma in collaborazione con il motorista tedesco Capristo: con tanto di canini in stile Dracula e pipistrelli che escono dal motore.

Fonte: ANSA

L’Isis derca di riconquistare Kobane, i jihadisti sono rientrati nella città siriana

Violenti scontri con le forze curde, che hanno ripreso la città in gennaio dopo una lunga campagna sostenuta anche dai raid della coalizione internazionale

Kobane distrutta © EPA

L’Isis sta cercando di riconquistare la città siriana di Kobane,  violenti scontri con le forze curde. Le forze curde avevano conquistato la città siriana al confine con la Turchia lo scorso gennaio dopo una lunga campagna sostenuta anche dai raid della coalizione internazionale anti-Isis. La sconfitta dei jihadisti a kobane aveva avuto una grande eco internazionale e assunto un alto valore simbolico.

Alcuni miliziani dello Stato islmico (Isis) si sono infiltrati stamani nella periferia meridionale di Kobane-Ayn Arab, la cittadina siriana a maggioranza curda al confine con la Turchia e controllata dalle milizie curde. Secondo fonti nella regione di Kobane, sono in corso scontri armati dopo che l’Isis ha fatto esplodere stamani un’autobomba a un posto di blocco curdo all’ingresso meridionale della città.

Intensi scontri sono in corso tra jihadisti e forze governative siriane sono in corso anche a Hasake, capoluogo dell’omonima regione nord-orientale al confine con Iraq e Turchia. Lo riferisce l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, secondo cui circa 50 tra jihadisti e lealisti sono morti finora nei combattimenti.

Fonte: ANSA

Busta con proiettile per Marino trovata a Fiumicino

Trovata al centro smistamento postale dell’aeroporto Leonardo Da Vinci

Il sindaco di Roma Marino © ANSA

 Intorno alle 22.30 di ieri sera una busta con un proiettile e delle minacce, indirizzata al sindaco di Roma Ignazio Marino, è stata trovata al centro smistamento postale dell’aeroporto di Fiumicino. La Polaria ha preso in consegna il plico che è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria. All’interno un proiettile inesploso calibro 9×21 e una lettera scritta a mano.

Pd capitolino, solidarietà a sindaco 
Marino, non mi possono eliminare
“Arrivo al 2018, poi al 2023. Finisco il mio lavoro. Non mi possono eliminare, se ne facciano una ragione. Hanno paura, ma io no. Non sono di nessuno, e lo so che in politica vale questa regola: se sei di qualcuno ti attaccano, se non sei di nessuno ti ammazzano. Purtroppo io – che non sono di nessuno – non mi ammazzo da solo e non mi lascio ammazzare”. Così il sindaco di Roma Ignazio Marino in un colloquio con Repubblica. “Il problema non sono io. Io sono stato pregato di candidarmi perché altrimenti – dicevano i sondaggi – coi candidati presentati dal Pd avremmo perso Roma. Si sarebbe andati al ballottaggio fra Alemanno e i Cinquestelle, mi dicevano mostrando le indagini. Mi hanno scongiurato, quelli che adesso mi accusano di non essere duttile. L’ho fatto, ho vinto e ora questa è la battaglia della mia vita: liberare il Campidoglio dalla politica oscura. Bonificare, estirpare il malaffare”, dice Marino. “Capisco che ora ci sia chi ha paura, ma io non mi fermo e loro – la vecchia politica, i suoi interessi – non mi possono fermare. Me lo spiegò in tempi non sospetti Napolitano, era allora presidente della Camera, quando dopo Tangentopoli si cambiò il sistema elettorale per i comuni. Non esiste sfiducia verso il sindaco”.

Fonte: ANSA

 

Visco, l’economia dell’Europa e dell’Italia è in stagnazione

“Ci vorranno anni per tornare a livelli pre-crisi”

Il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco © ANSA

Allarme di Bankitalia sull’economia dell’Europa e dell’Italia: “Sono in una fase di “ristagno, stagnazione”. Per tornare ai livelli del 2008, rileva il governatore, Ignazio Visco ad un seminario al ministero degli Esteri,, “ci vorranno anni”. E’ “molto grave” il segnale di mancanza di fiducia che si avverte in questo periodo fra i paesi dell’Eurozona,ha detto ancora Visco, “segno che dal lato politico il progresso è ancora lontano”.

Fonte:  ANSA